Krosmaster Arena

Krosmaster Arena

Il Gioco
Scopo della partita è chiaramente l’eliminazione degli avversari, raggiunta con l’esaurimento dei Gradi Gloria in 2 giocatori e con la sconfitta dell’ultima miniatura in 4.
Ogni volta che una miniatura viene battuta il nemico guadagna tanti GG quanto il livello della statua caduta; il primo che elimina un Krosmaster riceve prima il GG selvaggio, e poi i rimanenti da prendere dall’avversario. In 4 giocatori un partecipante perde solo se esaurisce le miniature.

Ad eccezione del primo turno, ogni giocatore effettua prima di cominciare il suo round un cosiddetto “tiro di tensione”, ovvero lancia due dadi ed effettua una scelta: può assegnare i risultati ad una o più miniature (a meno che non siano già in possesso dei suddetti poteri) che contano come un dado in più lanciato rispettivamente per Fuga, Contrasto, Attacco o Difesa, o può scambiare un dado per 1 Kama e due dadi per 3 Kama. Con il risultato “Fuga o Critico” e “Dofus” viene scelto un simbolo a piacere, e se il giocatore ottiene (o sceglie) due risultati uguali ogni partecipante perde 1 GG.

Ogni Krosmaster (a partire da quelli con iniziativa più alta) può ora muoversi per un numero di caselle pari ai suoi PM, e utilizzare incantesimi fino all’esaurimento dei suoi PA. Ognuno di essi è dotato di una gittata (modificabile o meno), di un limite (nero per i normali, blu se utilizzabile una volta per turno, rosso se utilizzabile una volta per partita), di una descrizione aggiuntiva (che può prevedere anche un attacco ad area), del costo in PA, del tipo di danno e dell’entità. Non esistono movimenti in diagonale, e gli attacchi non in linea retta possono raggiungere il nemico contando le caselle necessarie a raggiungerlo.
Il giocatore sceglie quindi l’incantesimo da eseguire e tira un dado più l’eventuale aggiuntivo se in possesso del potere Critico, e lo stesso fa il difensore.

Una nota strategica di indubbio interesse è rappresentata dagli elementi scenici: i cespugli impediscono semplicemente il movimento, gli alberi (come anche le statuette) disturbano la linea di vista, mentre le casse possono essere sormontate per aumentare di 1 il valore della gittata.

Se il Krosmaster staziona su una casella in cui sono presenti gettoni Kama può raccoglierli al costo di 1 PA ciascuno; i Kama sono le monete dell’universo Dofus, e vengono qui utilizzate per rubare 1 GG all’avversario con 10 pezzi accumulati o per acquistare una ricompensa demoniaca; per eseguire tale azione la statuetta deve finire sopra la casella Demone, e sempre al costo di 1 PA può comprare una qualsiasi delle ricompense a faccia in su, oppure pescarne una dalle pile senza doverla rivelare agli avversari.

Infine, alcuni personaggi possiedono delle abilità evocative, che possono richiamare bombe, bambole bloccanti, trappole e creature, le cui abilità sono descritte sul retro del rispettivo segnalino.

Krosmaster Arena è senza dubbio uno dei giochi che più è riuscito a stupire negli ultimi anni; meccaniche semplicissime e di facile impatto che, messe insieme, vanno a costruire un titolo strategico, divertente ma soprattutto altamente rigiocabile. Contribuisce poi a quest’ultimo aspetto il fattore collezionistico del marchio, che non va ad intaccare la struttura del gioco o a sfavorire chi sceglie di non evadere dal prodotto base; l’utilizzo dei livelli per la costruzione della squadra bilancia in maniera eccelsa le partite, puntando in tutto e per tutto sul mero stile personale del giocatore, dal modo di affrontare il terreno e di condurre le battaglie, svalutando la credenza che una miniatura più forte non possa trovare difficoltà contro due o tre più deboli.
Il prodotto richiede una certa abilità nella formazione di un team e accresce il numero di possibilità con oltre 40 miniature fino ad ora disponibili sul mercato.
I booster con le miniature aggiuntive possiedono inoltre al loro interno delle minimappe rappresentanti delle sfide in singolo o in coppia, che coprono un’eventuale mancanza del gioco base.

Casse, scenografia, monete e ricompense arricchiscono l’esperienza di gioco, rendendola più ruolistica ed efficacie, anche se il più delle volte la partita risulta troppo corta per poter apprezzare pienamente gli oggetti più costosi, ai quali sono nettamente preferibili i recuperi di GG dalla riserva avversaria.

Nulla da dire su componentistica e prezzo del prodotto: parecchio contenuto se paragonato alla qualità delle statuette e al numero di pezzi in scatola.
Il regolamento è a prova di neofita: per tutta la prima parte raffigura un tutorial passo passo per la disposizione delle prime partite, caratteristica che lo rende forse relativamente confusionario per i giocatori più esperti.

La possibilità di giocarlo online ovvia poi a uno dei problemi più sentiti: quello della prova pre-acquisto, regalando esperienze guidate e soprattutto gratuite.

Un titolo veloce, facile ma appassionante e adattabile alla stragrande maggioranza di giocatori, consigliabile a chiunque desideri qualcosa di fresco, nuovo e vivace, che riesca a regalare partite accattivanti e divertenti in tempistiche a dir poco irrisorie.