Thunderstone!

Thunderstone!

In Thunderstone ogni giocatore prende le vesti del leader di un gruppo di avventurieri che giunge al villaggio di Barrowsdale, situato nei pressi dello spaventoso dungeon chiamato Grimhold (chissà perché i contadini delle ambientazioni fantasy amano costruire la propria casa accanto ai luoghi con la più alta concentrazione di mostri possibile…).
L’obiettivo del gioco è costruire un party, acquistare l’equipaggiamento e gli incantesimi migliori ed entrare nel dungeon di Grimhold alla ricerca della Thunderstone, una pietra magica che racchiude in sé un enorme potere.

Il gioco
All’inizio della partita la prima cosa da fare è determinare il setup, ovvero quali avventurieri, equipaggiamenti e incantesimi saranno disponibili per l’acquisto e quali tipi di mostri sarà possibile incontrare all’interno del dungeon. Delle 38 carte diverse presenti nella scatola solo 15 saranno in gioco, perciò il setup può cambiare veramente molto da una partita all’altra, garantendo una certa longevità; ogni giocatore riceve inoltre una dotazione di 12 carte “base” che vanno a creare il suo mazzo iniziale.

Al proprio turno ogni giocatore deve scegliere fra due opzioni:

1 – se si avventura nel dungeon, sceglie quale dei tre mostri visibili affrontare e mostra la sua mano; a questo punto si calcola la potenza del suo gruppo sommando i valori d’attacco degli avventurieri, delle armi equipaggiate e di eventuali altre carte, il tutto tenendo conto anche delle abilità speciali dei mostri, degli avventurieri e degli incantesimi; se il totale è almeno pari alla forza del mostro, il giocatore lo sconfigge e guadagna la sua carta (che varrà un certo numero di punti vittoria alla fine del gioco), oltre ai punti esperienza relativi al mostro stesso.

2 – se decide invece di rimanere al villaggio, il giocatore ha innanzitutto la facoltà di far crescere di livello gli avventurieri che ha in mano pagando punti esperienza precedentemente guadagnati, dopodiché può acquistare una carta fra quelle disponibili, ammesso che abbia in mano un sufficiente valore di oro.

Quando dal mazzo dei mostri viene pescata la Thunderstone significa che il gioco sta per finire; a questo punto il giocatore che elimina l’ultimo mostro presente prima della comparsa della pietra la può prendere in qualità di punti bonus e la partita termina. Ogni giocatore conta i punti vittoria che gli spettano da mostri, eroi di terzo livello ed eventuali altre carte presenti nel mazzo e chi ha il punteggio più alto è il vincitore.