Quarriors!!

Quarriors!!

“In pratica, è un gioco coi dadi”E’ questa la frase firmata “Un certo avvocato” che compare sulla confezione di Quarriors! (col punto esclamativo, mi raccomando), il nuovo gioco di dadi di WizKids che ha debuttato alla scorsa GenCon di Indianapolis registrando sia il tutto esaurito che un notevole interesse da parte del pubblico. Il motivo è presto detto: trattasi di un gioco che, nella confezione base, include la bellezza di 130 (centotrenta) dadi. Diciamo che fa la sua porca figura già per questo motivo, e si sa che noi geek di fronte a certe cose non resistiamo. L’altro buon motivo è che i due autori, Eric Lang (quello di “Warhammer Invasion”) e Mike Elliott (quello di “Thunderstone”) sono effettivamente riusciti a sfruttare suddetti dadi per rielaborare il concetto alla base del ben noto “Dominion”, creando un gioco decisamente interessante.

Nella bella confezione cubica (in metallo, che riproduce in grande uno dei dadi del gioco) troviamo i suddetti 130 dadi, un mazzo di 37 carte, una mini-plancia per il punteggio, quattro cubetti di legno e altrettanti sacchetti colorati: la qualità dei materiali è buona, sebbene i quattro cubetti sembrano stonare con la “figaggine” di tutto il resto, quasi fossero stati aggiunti all’ultimo momento al posto di quattro bei segnalini colorati. Niente da ridire comunque sui contenuti della pratica confezione, tutti piuttosto adeguati.

Il setup è abbastanza semplice: ogni giocatore ottiene un sacchetto e ci infila dentro otto dadi bianchi (che forniscono solo Essenza) e quattro creature Apprendista (deboli dadi marroni). Quindi si pescano a caso 3 carte Incantesimo e sette carte Creatura tra quelle dei rispettivi mazzi basandosi su semplici regole (non sono permesse carte che sfruttano lo stesso dado): su ciascuna di queste carte viene posta una riserva di cinque dadi del rispettivo colore. Infine, si posizionano tre carte di tipo “Base”, fisse per ogni partita, e lo scontro può iniziare. Il setup è dunque casuale e la grande quantità di diversi incantesimi e creature garantisce un’enorme varietà ad ogni partita. Considerate inoltre che più carte corrispondono allo stesso dado, assegnando così di volta in volta diversi significati ai simboli: se amate i giochi col setup dinamico questo titolo è una manna dal cielo.

Lo scopo di Quarriors! è ottenere un certo numero di “gloriosi punti gloria”, che varia a seconda del numero di giocatori. Per farlo dovremo generare dell Essenza (la classica “mana”) lanciando i dadi che vengono pescati dal nostro sacchetto e poi spenderlo per acquistare altri dadi, che finiranno nel succitato sacchetto. I dadi pescati ad ogni turno dal sacco (in quantità di sei) vanno innanzitutto lanciati: a seconda della tipologia di dado e della faccia ottenuta sarà possibile avere dell Essenza, effetti speciali, incantesimi e creature. Queste ultime non sono automaticamente evocate: ottenere un dado che mostra la faccia con una creatura significa avere la possibilità di spendere dell Essenza ed evocare la creatura in questione. I dadi così “evocati” vengono spostati nella cosiddeta Active Area e saranno usati sia per attaccare (automaticamente) i dadi degli altri giocatori. Se le nostre creature sopravviveranno fino all inizio del nostro prossimo turno, si ergeranno a gloriosi vincitori dandoci in questo modo punti gloria. A seconda del numero di giocatori i punti necessari per vincere si ridurranno in quanto sarà piu difficile che le nostre creature sopravvivano alla furia delle creature avversarie.

No tags for this post.

Related posts