Oggi Conosciamo: Giorgio Bucco e WoW GCC

Oggi Conosciamo: Giorgio Bucco e WoW GCC

Ciao a tutti e bentornati su “Oggi Conosciamo”. La nostra rubrica preferita continua, con questo capitolo, il viaggio alla scoperta delle varie sfaccettature che compongono il vastissimo universo ludico italiano. Dopo aver analizzato a più riprese l’argomento Giochi di Carte Collezionabili, ci addentriamo oggi in un ambito ancora inesplorato, in un brand altisonante e riconosciuto ormai dai più: World of Warcraft. Il gioco di carte basato sul capolavoro online targato Blizzard non è nuovo al pubblico Italiano, ma ha fatto di recente il suo ritorno nella nostra lingua dopo un anno di pausa. Oggi avremo il piacere di conoscere uno degli artefici di questo gradito ritorno: Giorgio Bucco.  

Ciao Giorgio, innanzitutto grazie per la disponibilità. Col tuo aiuto volevamo approfondire l’argomento WoW TCG alla luce del suo ritorno in lingua Italiana. Per cominciare ci faresti un’introduzione sul gioco e i suoi trascorsi fino ad oggi per chi ancora non fosse familiare con l’argomento?

Grazie a te Edoardo per lo spazio che ci concedi.
Dunque, World of Warcraft GCC esiste da 5 anni; uscì per la prima volta con il mitico set Heroes of Azeroth: il primo set non fu tradotto in italiano. Quel set e, in generale, l’ingresso di WoW nel mercato delle Carte Collezionabili, fu una vera novità ed ebbe un grande successo. Ricordo bene che per un periodo dopo l’uscita di Heroes of Azeroth si faceva enorme fatica a reperire il prodotto: specie, ciò era dovuto alla novità rappresentata delle Loot Card con la ricercatissima Tartaruga! Dalla sua uscita, World of Warcraft ha fatto subito intendere di essere un gioco con grande potenzialità: facile da imparare e con grande sviluppo strategico, ossia “easy to learn, hard to master” come direbbero gli americani. Nel corso del tempo, sin dall’uscita, possiamo certamente dire che World of Warcraft non ha mai perduto queste caratteristiche.

Riprendere la traduzione in Lingua Italiana era una richiesta ventilata dalla comunità di gioco ormai da diverso tempo. Com’è stato possibile ottenerla e che cambiamenti effettivi pensi che possa portare al parco giocatori?

Personalmente ritengo che per lo sviluppo di una comunità di giocatori in Italia sia quasi un must avere il prodotto localizzato in italiano. Certo, ci sono molti giocatori bravi con l’inglese, i quali non necessitano di avere le carte tradotte per comprendere il gioco, ma la mancanza del prodotto in italiano può rappresentare un ostacolo per i giocatori che hanno più difficoltà con la lingua inglese e per i giocatori più piccoli o novizi che desiderano avvicinarsi al gioco per la prima volta. Inoltre, avere il prodotto in italiano trasmette un senso di comunità ai nostri giocatori anche su scala nazionale.
La ripresa della traduzione, dopo tre set non tradotti, è stata possibile grazie alla Cryptozoic, la quale ha compreso la grande potenzialità del mercato italiano e l’importanza di avere il prodotto localizzato per i motivi sopra esposti.

Personalmente conosco il gioco da tempo ormai e ho notato una quasi immutata continuità di traduzioni in termini di qualità, quasi come se la pausa di un anno non fosse in realtà mai avvenuta. Qualche asso nella manica?

Abbiamo avuto la possibilità di mantenere lo stesso traduttore (nonostante il periodo di stop e il passaggio tra Upper Deck e Cryptozoic) e ciò ci ha consentito di dare continuità alla terminologia utilizzata in World of Warcraft. La coerenza è fondamentale per non cambiare la tradizione del gioco e non generare confusione anche nei confronti dei giocatori esperti e dei giocatori storici di World of Warcraft GCC.

Qualche anticipazione su quali prodotti vedranno la luce in Italiano e quali invece dovremo abituarci ad accogliere solo in lingua Inglese?

Questa è una domanda molto azzeccata. Ciò che sappiamo per il momento è questo. Le uscite come i box e le buste delle serie regolari verranno tutte tradotte in italiano. Questo significa che, oltre Guerra degli Elementi, anche il prossimo set, Crepuscolo dei Draghi, sarà tradotto in italiano. Ciò vale anche per tutti i set regolari che usciranno dopo Crepuscolo dei Draghi. La vera novità sulla traduzione riguarderà i Class Starter Deck 2011: prodotto che ha riscontrato un grandissimo successo con la sua precedente uscita nell’anno 2010. Verranno dunque tradotti due dei Class Starter Deck 2011, la cui uscita è prevista per i primi di Giugno. Ti anticipo che i Class Starter Deck 2011 tradotti in italiano sono: Worgen Cacciatore per l’Alleanza e Goblin Ladro per l’Orda.
Le Epic Collection, al momento, rimangono non tradotte anche se non possiamo escludere con certezza che Cryptozoic in futuro decida invece di localizzare anche questo magnifico prodotto.

Seppur importante, il fattore linguistico non è l’unica freccia al vostro arco. I programmi per il Gioco Organizzato sembrano numerosi e ben congeniati. Ci descriveresti nel dettaglio che tipo di attività può aspettarsi di trovare un giocatore nel suo negozio di fiducia?

Le tue domande sono musica per me :-). Permettimi di allargarmi un po’ e descriverti il nostro progetto. Abbiamo intenzione di potenziare al massimo il sito www.wowgcc.it per renderlo un’interfaccia completa a 360 gradi. In sostanza, il sito non solo serve a informare i giocatori sui programmi di gioco organizzato e sui prodotti. Serve anche a informare i negozianti e fornire loro uno strumento per richiedere e gestire gli eventi direttamente tramite il medesimo sito.
In pratica, ogni negozio ha una propria area riservata tramite la quale può gestire il suo gioco organizzato in modo semplice ed efficace. Le informazioni sui tornei e i risultati dei medesimi, che verranno pubblicati sul sito, viaggeranno a velocità di click. Il sito ospiterà sia i programmi generali, proposti da Cryptozoic, che quelli creati appositamente per i giocatori italiani. Ancora non possiamo dire di essere operativi al 100%, ma entro un paio di mesi lo saremo.
Un ruolo fondamentale nel programma di gioco organizzato verrà svolto dalla figura del dimostratore. Abbiamo intenzione di dare serio supporto a tutti gli appassionati di World of Warcraft GCC che hanno piacere di diffondere il gioco, spiegandolo ad altri nuovi potenziali giocatori e in collaborazione con il loro negozio di fiducia che costantemente supporterà il gioco organizzato locale.
Oltre il mantenimento dei giocatori attuali, per permette a World of Warcraft GCC di aumentare progressivamente il suo successo, è necessario divulgare il gioco tramite una massiccia acquisizione di nuovi giocatori.
Dunque, vogliamo rendere i dimostratori una figura chiave nello sviluppo e nella crescita della comunità italiana di World of Warcraft GCC. Per questo anche i dimostratori avranno una loro area riservata sul sito www.wowgcc.it.

Oltre alle attività di gioco cicliche non mancheranno anche gli eventi importanti nella nostra penisola. Un esempio su tutti l’imminente Campionato Europeo a Rimini nel primo week end di Luglio. Cosa puoi dirci a riguardo?

Gli Europei di Luglio che si svolgeranno a Rimini sono una grande occasione per dare un ulteriore slancio a World of Warcraft GCC . Sarà il più grande raduno dell’anno che vedrà come protagonista l’Italia e quindi la prima occasione per tutti i giocatori italiani di incontrare i più forti giocatori al mondo a casa loro. La selezione dell’Italia come paese ospitante è indice del fatto che Cryptozoic crede moltissimo nel mercato italiano e nella sua comunità di giocatori. I giocatori italiani non dovranno perdere assolutamente questo evento.
Per quanto concerne le attività cicliche, esse includono certamente i Battleground: il programma più semplice per ospitare i giocatori di ogni livello e coinvolgerli tutti quanti in una attività semplice e non eccessivamente competitiva. In questo periodo, oltre i Battleground, sono previsti tornei Warm-Up e Spectral Safari. I Warm-Up sono eventi di preparazione ai Campionati Europei con premi speciali ed esclusivi. Gli Spectral Safari offrono la possibilità di vincere una fantastica Loot Card “Tigre Spettrale”, con un codice che fornisce l’omonima cavalcatura per un personaggio online di World of Warcraft. Una carta da sempre molto ricercata, che anche oggi viene quotata intorno agli 800,00 euro. Dalla prossima stagione, dopo i Nazionali 2011, avremo nuove sorprese che includeranno tornei ricchi e strettamente connessi tra loro in un solido programma di gioco organizzato pianificato per la durata dell’intera stagione in modo da soddisfare i giocatori di ogni livello.

So che sono già in cantiere anche i Campionati Nazionali, hai qualche indiscrezione per i nostri lettori?

I Nazionali 2011, e tutto ciò che li precede, sono la vera novità di questa stagione e la tua domanda, come al solito, è puntuale. I Nazionali 2011 di World of Warcraft GCC si svolgeranno nel corso della prima settimana di Ottobre. Abbiamo in programma di dividere in due parti i “Road to Nationals 2011”  (ossia il cammino verso i Nazionali 2011). La prima parte, quella che va da fine Maggio a inizio Agosto sarà caratterizzata dagli Store Championship: i giocatori disputeranno tappe nei loro negozi locali per accumulare punti validi per la classifica generale. I migliori giocatori in classifica generale al termine di tutte le tappe previste di uno Store Championship otterranno l’invito ai Nazionali 2011. La seconda parte presenterà i National Qualifier nel periodo che va da metà Agosto a fine Settembre. I National Qualifier sono singoli eventi che metteranno in palio inviti diretti ai Nazionali 2011: il numero degli inviti messi in palio da questi eventi dipenderà anche dal numero complessivo dei partecipanti. Qualcuno se lo starà già domandando e voglio tranquillizzarlo subito. I giocatori già qualificati tramite gli Store Championship nel corso della prima parte potranno comunque prendere parte ai National Qualifier per vincere gli appetitosi premi esclusivi messi in palio: gli inviti, invece, scaleranno ai migliori giocatori in classifica che non hanno ancora ottenuto l’invito ai Nazionali 2011.
Sia gli Store Championship che i National Qualifier saranno supportati con specifico materiale ed esclusive carte promo che non sarà possibile ottenere in nessun altra maniera se non partecipando a tali eventi.
Presto sul sito www.wowgcc.it saranno disponibili i dettagli di quanto ho annunciato sopra.

Rivolgo anche a te, come a tutti, la nostra domanda goliardica di rito. Ci racconteresti qualche episodio bizzarro o un aneddoto divertente emerso stando a contatto col mondo del Gioco?

Da quando ho avviato la mia attività, ho organizzato molti tornei di ogni Gioco di Carte Collezionabili e ci sarebbero un sacco di aneddoti da raccontare, alcuni dei quali fanno proprio sorridere. 
Tra i vari episodi, ricordo una finale di un torneo di World of Warcraft con in palio ricchi premi. La situazione vedeva un vero pro-player, il cui nome pronunciato per esteso fa tremare perfino le mura 🙂 (che noi chiameremo K) contro un giocatore emergente, che per l’età era poco più di un ragazzino (che noi chiameremo B). La tensione era al massimo e B aveva accumulato un certo stress nel corso della partita: respirava affannosamente, solo tenendo le carte in mano. Pur sapendo di essere in vantaggio, sembrava spaventato dall’aura dell’avversario e aveva timore perfino di vincere quella partita. Il suo respiro era diventato tale che un vero getto d’aria finiva in faccia a K. A un certo punto K lo guarda e gli dice: “Che cosa hai?”. B risponde titubante, dicendo: “nulla, nulla…”. Allora K gli dice: “Ragazzo, hai un Phon al posto del soffio: se avessi avuto i capelli bagnati me li avresti asciugati!” Dopo questo, scoppiammo tutti a ridere e la tensione fu azzerata all’istante: la partita finì nella calma più assoluta.

Siamo in chiusura Giorgio, ti ringrazio moltissimo per il tempo che ci hai dedicato. Hai qualche ultima considerazione da aggiungere ai nostri lettori? 

Credo fermamente nelle potenzialità di World of Warcraft GCC.
È sicuramente un gioco in grado di far avvicinare nuovi ragazzi alle attività del settore per cui credo che tutti i negozi specializzati debbano sfruttare questa opportunità per non perdere l’occasione di creare o allargare la propria comunità di giocatori locali e avere nuovi clienti.
Abbiamo intenzione di supportare con materiale promozionale tutti i negozi attivi, i quali consideriamo dei veri e propri partner nella riuscita di questo progetto innovativo ed esclusivo per il territorio italiano.
Il nostro principale obiettivo, che rimarrà costante, è quello di rendere World of Warcraft un gioco sempre più popolare tra i ragazzi e divulgarlo il più possibile in tutto il territorio italiano.
Ringrazio tutti i negozi GA che ci stanno aiutando a promuoverlo, scegliendo di trattare World of Warcraft GCC e credendo in questo magnifico prodotto, e invito tutti gli altri negozi che ancora non lo trattano a considerare di farlo.
Per qualsiasi domanda o richiesta di chiarimento, chiunque può contattarci a op@tcgplayer.it.
Un sentito ringraziamento a Edoardo e a tutto lo staff di MM25 da parte nostra per lo spazio gentilmente concesso.

Per questa puntata è tutto, vi saluto e vi do appuntamento al prossimo capitolo di Oggi Conosciamo.

Edoardo “Daermon” Dalla Via