La Storia di Magic The Gathering: Diciassettesima Parte

La Storia di Magic The Gathering: Diciassettesima Parte

Un mago in particolare, un mago di Argivia chiamato Gatha, fece fare notevoli progressi al lavoro di Urza. Anche se le tecniche di Gatha erano brutali, Barrin ed Urza erano entrambi sorpresi dai risultati che l’Argiviano aveva ottenuto. Gli anni passarono come sempre a Tolaria. Gatha, che ora era diventato un saggio mago, cominciò a portare il Bloodlines verso nuove spaventose direzioni. Su richiesta di Barrin, Urza intervenne ed ordinò a Gatha di cessare la sua sfacciata negligenza dei protocolli e delle linee guida del progetto. Barrin continuò a ritenersi preoccupato per l’Argiviano, ma Urza riteneva che i timori del mago erano infondati.

Mentre le creature di Urza stavano cominciando a mostrare segni di maggior muscolatura e potere in battaglia, i loro poteri stavano cominciando a calare. Ancor peggio, Barrin cominciò ad accorgersene: Timein, uno scolaro sempre più potente, informò Barrin di un difetto in dettaglio del progetto. Urza aveva ordinato l’uso sistematico delle zone di tempo rallentato di Tolaria per questo progetto, credendo di poter creare parecchie generazioni in pochi giorni. Tuttavia, Timein aveva scoperto che l’essere rimossi dal flusso naturale del tempo induceva le creature senzienti a perdere la loro affinità con la terra. Gli esseri umani dovevano conservare il loro collegamento alla terra, altrimenti rischiavano la contaminazione, deformità e infine la morte.

Membra grossolane e teste sproporzionate stavano diventando la norma per gli esperimenti Bloodlines di Urza . Molti dei saggi e degli allievi dell’isola si ritirarono dopo la testimonianza degli orrori che Urza stava creando. Tuttavia, Urza non poteva permettergli di lasciare l’Accademia, e non aveva altra scelta che tenerli prigionieri.Oltre a questi infausti eventi, la vita a Tolaria era rimasta veloce ed eccitante come era sempre stata. Barrin aveva scelto questa occasione per sposare Rayne, il cancelliere dell’Accademia. Tuttavia, si era presto gettata un’ombra sul matrimonio. Rayne era nativa di Tolaria e, come tale, era probabilmente il prodotto degli esperimenti Bloodlines. Come sempre, Urza aveva nelle sue mani tutto ciò che stava intorno a lui. Benchè la storia sia imprecisa su questo punto, non è da escludere che Urza avesse creato Rayne per essere una perfetta moglie per Barrin.

Urza aveva cominciato a notare un problema nel comportamento di Karn. Dopo una vita così lunga, la corteccia emozionale di Karn aveva cominciato a deteriorarsi lentamente: il golem era apparentemente incapace di dimenticare i ricordi dolorosi, il maggiore dei quali era la partenza di Jhoira dall’isola per continuare il lavoro di Urza a Shiv. Urza riteneva che sarebbe stato meglio cancellare la memoria di Karn, permettendo al golem d’argento di poter mantenere in memoria soltanto quarant’anni. Inoltre era riuscito a costruire altri golem simili a quelli dei Thran, il cui metallo però si accresceva, creando alcuni problemi.
Intanto i rifugiati dal Regno di Serra tentarono di adattarsi alla loro nuova vita, ma la loro lunga durata di vita creò alcuni sospetti nelle altre razze, perciò furono costretti a fondare una loro città, Devas.Era il periodo dopo il miglioramento di Karn quando i Phyrexiani assalirono ancora Urza. Yawgmoth aveva costruito un nuovo Phyrexiano fatale, in grado persino di uccidere un planeswalker. Questi eliminatori, molto migliorati rispetto a quelli di Kerrick, erano instancabili nell’esecuzione dei loro compiti. Urza fu costretto a lasciare l’Accademia, tornando solo per brevi visite.

Durante una di queste visite, Barrin informò Urza di quello che accadeva nel mondo. Timein aveva stabilito un rifugio dalla follia di Urza dal lato opposto di Tolaria. Urza concesse a Timein il suo rifugio, credendo che gli ostaggi di Tolaria sarebbero presto ritornati. Cosa peggiore, invece, Gatha, si era rivelato un traditore ed era fuggito a Keld, una terra popolata da selvaggi guerrieri guidati da spietati signori della guerra, e stava accrescendo la già straordinaria sete di sangue degli abitanti Keld.

Presto, Dominaria non avrebbe più dovuto preoccuparsi dei Phyrexian che stavano arrivando per ucciderli. La furia di Keld si sarebbe abbattuta sulle civiltà di Dominaria come un’onda rossa. Eppure, Urza proibì a Barrin di interferire con il lavoro di Gatha. Gatha stava facendo ciò che lui non aveva avuto il coraggio di fare: usava il progetto Bloodlines al massimo delle sue possibilità, senza preoccuparsi del costo.