GIOCO DELLA SETTIMANA: Arkham Horror

GIOCO DELLA SETTIMANA: Arkham Horror

Da questa settimana diamo il via all’iniziativa: Gioco della settimana!

Ogni settimana metteremo in dimostrazione un gioco diverso da giocare gratuitamente. Saremo noi a spiegarvi le regole e a seguirvi per la partita in modo da farvi sperimentare giochi ed avventure sempre nuove!

L’iniziativa si rivolge sia ai giocatori appassionati che vogliono provare nuovi titoli che a chi pensa che i giochi da tavolo siano solo Risiko e Monopoli ed ancora non sa cosa si perde!

Questa settimana, visto l’arrivo di Halloween, abbiamo scelto Arkham Horror, titolo del genere “cooperativo” per eccellenza. Da 1 ad 8 giocatori potranno infatti coordinarsi per evitare che uno dei grandi antichi si risvegli portando distruzione e devastazione nel mondo.

Il gioco è interamente in italiano e la durata prevista è tra le 2 e le 3 ore di full immersion nell’universo horror lovercraftiano.

Ecco una breve recensione del gioco dal sito http://www.giochidatavolo.net:

Arkham, ridente cittadina nell’east coast americana, almeno per i piu’. 
Solo alcuni sanno la verità, a voi la decisione se considerarli fortunati o sfortunati, eroi o criminali. 

In realtà Arkham è uno degli epicentri in cui il mondo dei grandi antichi, i veri abitanti del nostro mondo, si avvicina alla terra.
Questa è la premessa del gioco ispirato al ciclo di Cthulhu di H.P. Lovecraft, e forse anche in maniera maggiore al gioco di ruolo relativo.

I giocatori impersonano quelli che nel gioco di ruolo venivano chiamati Investigatori, vale a dire quelle persone che per eventi particolari vengono a conoscenza, seppur in maniera superficiale, dell’orrore che si nasconde dietro la porta, degli eventi misteriosi che stanno attanagliando la città e dei pericolosi esseri che ne percorrono le vie.

Il gioco è un gioco cooperativo, simile quindi ad un gioco di ruolo in cui i giocatori cercano di evitare che il grande antico si risvegli o di sconfiggerlo una volta svegliato. 
A differenza dei libri e del gioco di ruolo nel gioco da tavolo in effetti esiste la possibilità di sconfiggere il grande antico, anche se per i fan della serie la cosa sembra un po’ snaturare l’idea.

I vari personaggi sono tra i piu’ variegati, c’è il bibliotecario, l’investigatore privato, il gangster, la psicologa, la suora, etc. 
Ogni personaggio ha delle caratteristiche proprie:

  1. punti resistenza, vale a dire quanti colpi puo’ sopportare il personaggio prima di svenire ed essere portato in ospedale;
  2. puni sanità, l’utilissima sanità mentale, quanti orrori puo’ vedere un essere prima di essere ridotto alla pazzia ed essere quindi ricoverato in manicomio;
  3. velocità e furtività, chiaramente una inversamente proporzionale all’altra, piu’ una persona si muove piu’ è facile che venga notata;
  4. lotta e volontà, altre due capacità inversamente proporzionali, vi saranno personaggi piu’ forti nei combattimenti e personaggi piu’ resistenti agli orrori;
  5. conoscenza e fortuna, la prima utile per il lancio degli incantesimi, l’altro un parametro generico.

Riassumendo la meccanica del gioco ad ogni turno:

  1. i giocatori muovono, eventuale scontro con mostri;
  2. i giocatori effettuano delle azioni particolari o hanno degli incontri casuali, positivi o negativi, spesso a seconda del check abilità richiesto;
  3. fase mito, si apre un portale, arrivano mostri, si muovono i mostri, eventuale scontro con i giocatori, succede qualcosa.

Come detto i giocatori devono cercare di non fare risvegliare il grande antico, e questo puo’ essere effettuato solo chiudendo, o meglio sigillando, i portali. 
Il portale puo’ essere sigillato solo attraverso pericolosi viaggi in altri mondi, in pratica facendosi trascinare nei portali aperti, idealmente durante il viaggio il giocatore impara come poter chiudere quel portale. 
Una volta uscito dal portale deve cercare di chiuderlo con un relativo check.

Il gioco è molto d’atmosfera e rappresenta molto bene i racconti dei libri ed il gioco di ruolo; la lotta dei personaggi per evitare il risveglio è frustrante, difficile e pericolosa. 
Spesso il giocatore troverà il suo personaggio ai limiti della pazzia o pazzo, ma anche questo è molto fedele alla serie dei miti di Cthulhu.